Seleziona una pagina

La festa della mamma è alle porte e purtroppo sono in ritardo a pubblicare qualcosa sul blog perchè presa da ore e ore di smart working e web conference. Inoltre le ultime settimane non sono state così felici in casa nostra, quindi, la priorità è stata data a “questioni” ben più importanti, direi essenziali. Ecco che in questi giorni sento anche il bisogno di scrivere sul mio blog, di tornare a dedicargli quel tempo che per me è vitale. Quindi, visto che la mamma è sempre la mamma, non siamo mai in ritardo per donarle un fiore. Nulla di più. Aprite bene le orecchie! Non servono gingilli e orpelli vari. All’epoca del Covid-19, #chissenefrega!

UN CESTINO FIORITO

Cercate in cantina una vecchia cassetta, in garage un cesto in disuso, vuotate le latte dello scatolame (di cui probabilmente avete fatto ampia scorta due mesi fa), oppure utilizzate le casse di legno del vino,… poi andate al mercato del vostro paese, oppure dal vostro fioraio di fiducia, o, ancora meglio, nel vostro giardino (così non c’è obbligo nè di guanti, nè di mascherina) e riempite il vostro cesto di fiori freschi! Mamma sarà davvero felice!

Pin It on Pinterest

Share This